Notizie

Rimini – ….e Quindi Uscimmo A Riveder Le Stelle

By

Autoriz.Ttribunale di Rimini n.7 del 28/4/1998

data di pubblicazione: 21 agosto 2009

….E quindi uscimmo a riveder le stelle

Venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 agosto a Castel Sismondo, weekend speciale dedicato all’Astronomia

Fine settimana con il naso all’insù a Castel Sismondo di Rimini: da venerdì a domenica infatti sono tanti gli spettacoli, le mostre, gli incontri in cartellone specialmente sul tema dell’Astronomia, in occasione dell’Anno internazionale a lei dedicato dall’Onu per il 2009.

Si inizia venerdì 21 agosto alle 21.00 con UN DI’, ALL’AZZURRO SPAZIO,GUARDAI PROFONDO, concerto lirico dedicato agli astri in occasione dell’anno internazionale dell’astronomia.

La Società

dell’Accademia di Voghera propone un concerto tematico dedicato alle arie e ai duetti del grande melodramma italiano ispirati agli astri: le stelle, la luna, le costellazioni, il firmamento.

Alla musica dal vivo, realizzata da tre cantanti lirici con accompagnamento pianistico, è abbinata la proiezione di video realizzati dal Gruppo Astrofili Thetys, in un dialogo che valorizza le singole specificità della scienza e dell’arte.

I contenuti astronomici (movimenti ed immagini di pianeti, satelliti, galassie, nebulose, riprese di fenomeni superficiali, manifestazioni degli effetti gravitazionali) non rappresentano un commento didascalico alle romanze, ma si organizzano di volta in volta in forme visive in movimento.

Immagini, riprese dal vero, simulazioni di viaggi nell’Universo sono orchestrate per amplificare la portata del brano musicale. Ecco dunque sequenze di nebulose come metafora della ricostruzione di un frammento di passato, viaggi sulla superficie della Luna come corrispondenza visiva di un canto romantico rivolto al satellite terrestre, allusioni ai corpi celesti attraverso le simulazioni dei loro effetti di attrazione gravitazionale, analogie tra il buio della condizione della solitudine umana e quello precedente la nascita dell’Universo, esplosioni di supernovae come archetipi della creazione artistica.

MAURO PAGANO: tenore

You may also like