Notizie di viaggio

Otto Botti Per Otto Contrade Al Palio Del Bravio Di Montepulciano

By

Otto botti per otto contrade al Palio del Bravio di Montepulciano

23 agosto – Correre per oltre 1600 metri in leggera salita: detta così non sembrerebbe una grande impresa. Si segue il corso principale dell’incantevole Montepulciano (in provincia di Siena) e il tutto si riduce a una passeggiata, o quasi. Di mezzo c’è, però, una botte di 85 chili e il problema di spingerla: ecco allora che il gioco si fa duro e le contrade cominciano a giocare.

Il Bravio delle Botti, che si corre l’ ultima domenica di agosto nella storica cittadina toscana, vede impegnate le otto contrade in cui il paese è frazionato, ognuna coi suoi due “spingitori”, alle prese con altrettanti pesi da far rotolare fino al sagrato del duomo in Piazza Grande.

Risalente addirittura al Trecento, la manifestazione prevedeva inizialmente la partecipazione dei concorrenti a cavallo e la gara, disputata sempre tra le antiche vie cittadine, era dedicata al patrono di Montepulciano “a perpetua e felice memoria del regime popolare”. La corsa coi cavalli restò in vigore fino al XVII secolo e venne in seguito abolita per motivi di sicurezza, rinascendo, in tempi moderni, nell’attuale forma. Punto fermo della competizione resta, ancora oggi, l’antica distinzione in contrade (ognuna caratterizzata dal suo colore e confalone) e il premio per i vincitori, il Bravio, un panno dipinto con l’immagine del patrono della città, San Giovanni Decollato.

La corsa che si tiene quest’anno la sera del 26 agosto è preceduta, come da tradizione, da un’intensa giornata di preparativi e sfilate in costume e da una settimana di festeggiamenti e allenamenti. La penultima domenica del mese ha in programma la presentazione solenne del Bravio: l’autore, generalmente un artista locale, illustra il “panno” da lui dipinto alla cittadinanza e ai rappresentanti comunali; seguono, giovedì, la rievocazione dell’antico Corteo dei Ceri, lungo le vie del centro storico e, tutte le sere, le altrettanto spettacolari prove in notturna della corsa stessa.

C’è però un’altra tradizione per cui Montepulciano (vuoi andarci anche tu?) è giustamente famosa, ossia l’abituale contenuto di quelle botti. Fra i mitici vini toscani come dimenticare il DOC Nobile, ampiamente gustato in questi giorni di celebrazioni nei numerosi chioschi e banchetti organizzati tra le vie cittadine.

Per concludere degnamente la giornata, in tutte le contrade si gusterà infine la cena del Bravio: un ottimo modo per festeggiare vincitori e vinti e soprattutto ritemprarli dalle fatiche della corsa.

You may also like