Notizie

Il Consorzio Lugana DOC al MIA di Rimini

By

Il Consorzio Lugana DOC al MIA di Rimini

Si svolgerà dal 6 al 10 febbraio prossimo la 29a edizione del M.I.A., la “Mostra Internazionale dell’Alimentazione”, allestita presso il centro fieristico di Rimini.

Un appuntamento particolarmente importante per tutto il settore dell’alimentazione al quale anche il Consorzio Tutela Lugana DOC, attraverso il suo presidente avv. Francesco Ghiraldi, non ha voluto mancare.

Positiva l’esperienza della passata edizione (’98) che ha chiuso con un bilancio di oltre 61.000 visitatori, 2.217 dei quali esteri. L’itero parco espositivo si estendeva su oltre 40.000 mq. e gli espositori sono stati 800.

Con l’edizione di imminente avvio, e in ossequio al numerosissimo pubblico di ristoratori (26% la passata edizione) interessato sia a qualificare che ad arricchire la propria carta dei vini, il MIA ha voluto dare spazio al settore vinicolo con l0istituzione del nuovissimo marchio “Vini Top”. Si tratta in pratica della 1a Rassegna dei vini italiani per la ristorazione che partendo dal padiglione “F” si svilupperà trasversalmente all’intero Salone in modo da dare la massima evidenza a questo settore che vede presenti ben 200 aziende vinicole.

Il Consorzio Tutela Lugana DOC ben si inserisce in questo contesto rappresentando tutta la realtà produttiva dei suoi associati. Una presenza dovuta anche, e soprattutto, all’interessamento della Camera di Commercio di Verona sensibile ad una sempre maggior valorizzazione di questo grande prodotto della terra gardesana la cui area interessa le due regioni: Veneto e Lombardia.

Una realtà che ha avuto, finalmente, anche la particolare attenzione della gloriosa e mitica “Guida Rossa Michelin” che ha voluto inserire il Lugana nella cartina nazionale dei migliori vini italiani.

Fra le numerose manifestazioni collaterali, promosse a sostegno del settore vinicolo è da segnalare per lunedì 8 febbraio, ore 18.00, “Oscar Berebene 1999” con degustazione dei vini premiati, organizzato dalla rivista “Gambero Rosso” in collaborazione con A.I.S., Associazione Italiana Sommeliers.

Infine da segnalare anche la partecipazione, grazie all’interessamento dell’ICE, l’Istituto per il Commercio con l’Estero, di qualificati operatori stranieri, selezionati in base al loro specifico interesse all’importazione dei vini italiani.

Le Altre Notizie

You may also like